Tuesday, 7 October 2008

Mercury Retrograde / Mercurio Contro

This evening ladies and gentlemen I’m shedding away all my aplomb and all the wisdom I’m trying to achieve in my life and let go of what I’m feeling inside.

I feel like a pressure cooker.

Can’t keep under control my blood glucose level nor my weight. This is not because I’m not keeping my diet but it is because my body is on mutiny.


It is asking to give vent to its worst instincts, asking to be calmed down, eased, freed of all the hatred that can be humanly imagined trapped in every single cell of my body, in every gully of dispersed and out-of-control molecules.

Now it has been weeks that to have something done in my life, I have to work a hundred times more than usual and this does not guarantee that I succeed. I try hard to organize things ranging from private life to work and every single thing seems to autodestruct just like in a Mission Impossible film. A perfect example of Murphy’s law.

Doesn’t help much if I workout harder or clean and rearrange every single corner of my house in a obsessive-compulsive manner just to help ease out was is making me feel so bad.

Just know, I would like a fine sharpened surgical knife to cut and remove…but what? What the hell am I going to remove? All of myself? (And who’s going to hold the knife?)


Blame it on Mercury retrograde for three weeks, blame it on my hormones that have gone berserk, blame it on all the world including the solar system, blame it on whatever it is, but all I would like to do is to yell with all my might “F…………K it all!”





Signore e Signori stasera lascio da parte tutta l’aplomb e tutta la saggezza che sto provando ad acquisire nella mia vita e do sfogo a quello che sento.

Mi sento una pentola a pressione.

Non controllo più la mia glicemia, né il mio peso. Non perché ho lasciato perdere la dieta ma perché il mio corpo si ribella.

Chiede di sfogarsi, chiede di calmarsi, chiede di tirare fuori tutta la rabbia possibile e immaginabile immagazzinata in ogni cellula del mio corpo, in ogni anfratto di molecole sparsi e impazziti.

Sono settimane che per ottenere qualche cosa devo faticare migliaia di volte in più e non è detto che ci riesco. Provo ad organizzare qualsiasi cosa, dalla vita personale al lavoro e tutto sistematicamente si autodistrugge come nei film di Mission Impossibile. Una perfetta dimostrazione della legge di Murphy.

Serve a poco allenarsi di più o smontare tutta casa, sistemare quasi maniacalmente armadi e cassetti per fare uscire quello che sta li e fa male.

Vorrei un paio di bisturi in questo momento, incidere e rimuovere….il problema è: che caspita rimuovo? Tutta me stessa? (E chi tiene i bisturi poi?)

Sarà mercurio contro per ben tre settimane, sarà per ormoni in circolo impazziti, sarà che ce l’ho con il mondo interno incluso tutto il sistema solare, sarà per quello che caspita è, ma vorrei urlare a squarcia gola: “Ma VAFA…..!!!!”

4 comments:

elleeci said...

grazie del passaggio...

Acquafortis said...

@ elleeci grazie a te...spero che stai meglio.

emerson said...

Un sano VAFFA ogni tanto ci vuole proprio...urlato poi ti scarica proprio.

Acquafortis said...

@ emerson: ha funzionato per un pò...solo che in questo momento ad libitum doverei usare la tecnica VAFFA!!!