Monday, 14 July 2008

Review Under the Tuscan Sun / Recensione di Sotto il Sole della Toscana

Under the Tuscan Sun by Frances Mayes

I found this book quite funny at the beginning. As a foreigner living in Italy for these last 12 years I laughed out loud reading those everyday life incidents and lets call them diplomatic misunderstandings that different cultures bring with them.
I could just simply relive the bizarre situations that the author describes and in a way feeling a bit relieved I wasn’t the only one having problems.
Somewhere in between the book became a bit boring and I had to plod my way through the pages. The author seems to love a lot Italian cuisine because she’s always describing what she’s eating in the various restaurants she’s been at, in different places in Italy, especially Tuscany.
She even at the last quarter of the book fill the pages with very luxuriant recipes, which only the thought of them makes my stomach ache, wondering if I’ll ever digest all that she has described and burn all the fat accumulated all over my body.
Anyway it is a humorous book to read especially if one would like to know at first hand what it feels like for a foreigner living on daily bases in Italy.



Sotto il Sole della Toscana di Frances Mayes.

Ho trovato questo libro molto divertente all’inizio. Essendo una straniera che vive in Italia da 12 anni, ho riso a squarciagola quando ho letto degli incidenti così detti diplomatici, di quando due culture molto diverse si scontrano nelle situazioni di tutti i giorni. Ed era anche un sollievo perché mi ha fatto sentire in buona compagnia.
Leggendo ho potuto rivivere sulla mia pelle le situazioni bizzarre che l’autrice descrive e farmi sentire un po’ sollevata per il fatto che non sono l’unica che ha avuto problemi di adattamento.
Strada facendo il libro diventa un po’ monotono e ho dovuto faticare per andare avanti. All’autrice sembra che gli piaccia molto la cucina Italiana perché sta sempre descrivendo minuziosamente quello che ha mangiato nei vari restauranti in diversi posti dell’Italia, specialmente la Toscana.
Nell’ultimo quarto del libro, lei riempie le pagine con lussureggianti ricette, il cui solo pensiero mi fa appesantire lo stomaco al punto tale da chiedermi se mai avrei digerito e bruciato tutti i grassi accumulati mangiando tutto ciò.
Insomma è un libro a tratti umoristico, specialmente se uno vuole sapere di prima mano cosa vuole dire vivere quotidianamente da straniero in Italia.

2 comments:

Zorba said...

devo essere sincero.. non conosco il libro!!!

Stefania said...

Anche io non l'ho letto... ciao amica mia! Stai bene. E papa'?
Un bacio dalla terra longobarda

Ste