Monday, 21 July 2008

The other way round / La strada inversa

I saw you going out to work today and my mind couldn’t help thinking that most probably these are the last few days I’ll be watching you doing so.
We are doing exactly the opposite of what other couples do. We first started living together then we decided that it is better that for a period of time each one of us goes back to live on his own.
I’m helping you out with your house miles away from where I live. I know that every bit of DIY in that Ikea kitchen is paving the way for something I really do not know what it is.
I know that you need to start living in your own house. I know you need to feel what is like having a home. Somehow it is fundamental for your own growth and stability.
On the other hand I know that I have to face my fear being on my own. Done it for years before I meet you now it seems so dammed difficult.
I’m in an alternating phase, oscillating between sadness and an inner awareness that everything will happen as it has to happen. I just simply have to let go but it easier said than done.
Here it is another lesson to learn and spiritual growth is never painless.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Oggi ti ho visto andare al lavoro e non potevo non pensare che probabilmente questi sono gli ultimi giorni che avrò la possibilità di vederlo.
Siamo facendo esattamente il contrario di quello che le altre coppia fanno. Abbiamo prima cominciato a convivere e poi abbiamo deciso che è meglio per un periodo di tempo che ognuno di noi va a vivere nella sua casa.
Ti sto aiutando a fare diventare vivibile la tua casa che dista miglia da dove abito io. So che ogni pezzo di “fai da te” in quella cucina di Ikea, sta spianando la strada per qualche cosa che non so veramente cosa è.
So che ti è necessario cominciare a vivere nella tua casa. So che hai la necessità di sapere cosa vuole dire avere una casa. E’ fondamentale per la tua crescita, la tua stabilità.
Dall’altra parte io so che devo guardare bene in faccia la mia paura di stare da sola. Qualche cosa che ho fatto per anni prima di conoscerti ma ora mi sembra una cosa così difficile da fare.
Mi sento in una fase alternante, oscillando fra tristezza e la consapevolezza che tutto procede come deve. Devo semplicemente lasciare andare, ma è più facile dirlo che attuarlo.
Ecco un’altra lezione di vita da imparare e la crescita non viene mai senza dolore o distacco.

5 comments:

Zorba said...

Hey, va tutto bene? Crescere purtroppo non è mai indolore, ma è necessario andare avanti e vedere ciò ti è riservato dietro l'angolo ...

Anonymous said...

la strada inversa non è un vicolo cieco, per quanto difficile da percorrere nasconde una meta da raggiungere, una crescita..
In bocca al lupo!!
signorinellap

signorasinasce said...

Leggo di novità che se da un lato mi fanno sorridere, dall'altro capisco che mai nulla è facile per gente come noi.
Ti posso scrivere a caratteri cubitali che bisogna ANDARE AVANTI SEMPRE SENZA AVERE PAURA MAI.
Un abbraccio affettuoso

Stefania

Queen said...

Ti ringrazio della visita; e se posso permettermi osserverei che certi amori hanno misteriosi e contorti percorsi, che poi si rivelano disarmanti nella loro semplicità. Tutte le strade sono giuste, ma l'importante è capirle e non essere mai certi in assoluto che una sia più giusta dell'altra. Per altro a me pare che senza indipendenza non ci possa essere unione. Buona giornata

SD said...

è questo che dovremmo sempre fare...

Devo semplicemente lasciare andare

purtroppo lo dimentichiamo troppo spesso...