Monday, 19 May 2008

Today I am really feeling lucky / Oggi mi sento veramente fortunata

Today I am really feeling fortunate and happy. A dream has come true and I sincerely didn’t see it happen.
The new minister for Equal rights, Mara Crafagna has just said that she will not endorse this year’s Gay pride because gays in Italy are completely integrated in the Italian society and so do not need her precious help.
Good! Well done for the rapidity with which everything has been done.
So now I can presume that if tomorrow I tell the company I work for that I am gay, that I need a permit to assist my sick partner or matrimonial leave, (without leaving the country to do and even so Italian law doesn’t recognize same-sex marriage contracted abroad). If in doing all this I might become their laughing stock, I know that I have an Italian government that stands by my side.
So I presume that from tomorrow, since integration means equal rights, I can marry whichever sex I decide on. I know that if I want to I can adopt children and these children can have either mum and dad, dad and dad, mum and mum.
So I know that if unlucky my life partner is hospitalised I am treated for who I am, her/his partner and I have all the rights to be informed on what is happening including decisional power.
So I know now that if I am really unlucky and my life-partner dies I have the right to stay in his/her house, inherit his/her belongings as well as his/her pension.
Thank you Minister Crafagna, you have succeeded where others have only dreamt to arrive. We are the envy of all the gay communities all over the world. We are second to none including Spain and Holland.
Thank you. Thank you very much.




Oggi mi sento veramente fortunata. Un sogno è diventato realtà e non mi sono accorta di niente.
Il ministro Mara Crafagna mi ha detto che sono perfettamente integrata nella società. Evviva e complimenti per la celerità!
Allora presumo che da domani se faccio il mio coming out nella mia azienda chiedendo permessi per stare con il mio/mia congiunta perché sta male o la licenza matrimoniale perché mi devo sposare (senza andare in altri paese e poi non mi viene neanche riconosciuto qui in Italia) e se mi va bene mi ridono in faccia so che ho un governo dietro alle miei spalle che mi protegge.
Da domani allora presumo visto che integrazione significa anche diritti uguali, so che se voglio mi posso sposare con qualsiasi sesso a piacere. So che posso adottare figli se voglio e due mamme e due papà possono essergli madri e padri.
So che se malauguratamente il mio compagno/ compagna viene ricoverata in ospedale vengo trattata per quella che sono, la sua partner e ho diritto di essere informata proprio su tutto quello che sta succedendo e ho anche il potere decisionale.
So allora che se disgraziatamente il mio compagno/ compagna muore ho diritto di stare nella casa di sua proprietà, ereditare i suoi beni e ho diritto alla reversibilità pensionistica.
Grazie Ministro Crafagna lei è riuscita a fare in un colpo solo quello che altri hanno solo potuto sognare. Ora noi siamo l’invidia delle comunità gay di tutto il mondo. Altro che Spagna o Olanda!
Grazie veramente.

4 comments:

Anonymous said...

che stupide siamo!! non avevamo capito niente!!stasera io e il mio amore andiamo a festeggiare, bisogna brindare a questa bella bella notizia..attenzione però: i politici dicono che non bisogna pretendere troppo..
signorinellaP

skylark said...

Saranno tempi duri.... ciao

Zorba said...

umh .. un po' di ironia ci vuole.. anche se a volte ci sarebbe poco da ironizzare

Acquafortis said...

Signori e Signore e Signorinelle l'ironia è l'unica scelta decente che posso fare in questo momento!!!!