Friday, 14 November 2008

World Diabetes Day 2008 / Giornata Mondiale del Diabete 2008

More than a year has past since I was diagnosed of Diabetes. It has been a long journey (and still is) of coming to terms with the fact that this disease symbolises my ultimate incapability of living emotions in a healthy way.
What I have learnt is not only to make eating a fine art of balancing but also (and the most important part) a long process of learning about my emotions, learning what troubles me and act upon it in the most serene possible way.
Diabetes for me has become a physical meter of my whole physical, spiritual, emotional and mental well being. A meter of how well I’m learning my lessons in this life.

Più di un anno è passato da quando mi hanno diagnosticato il Diabete. E’ stata una lunga strada ( ed ancora è) di venire a termini con il fatto che questa malattia è il simbolo per eccellenza della mia incapacità di vivere l’emozioni in modo salutare.
Ho imparato non solo la delicata arte di bilanciare quello che mangio ma anche (ed è la parte più importante) un lungo processo per imparare dalle mie emozioni, imparare cosa mi preoccupa e gestire la situazione nel modo più sereno possibile.
Il diabete per me è diventato un metro fisico del mio intero benessere fisico, spirituale, emozionale e mentale. Un metro di quanto sto imparando bene dalle lezioni di questa vita.

3 comments:

Signorasinasce said...

Ogni qualvolta non sappiamo gestire le nostre emozioni il nostro corpo si ammala un pò.
Non sapevo di questa tua nuova condizione, per quanto puo' valere considerata la distanza, sappi che ti ricordo sempre.
Sempre.
Proprio ieri ti ho rivista sorridente in una foto che ho sul mio pc.

Ti mando un abbraccio affettuoso

Ssn

emerson said...

Certo seza diabete sarebbe stato meglio...però è bello vedere di come si può tirar fuori qualcosa di positivo anche dal negativo...credo sia l'atteggiamento giusto per affrontare la vita.

Zorba said...

un abbraccio cara!